#InPrimoPiano – Padri e figli, il dialogo che unisce vite fuori e dentro il carcere

san-vittore-gabriele-vanzati

di Carla Chiappini*

Scrivere in carcere, seduti intorno a un tavolo, papà detenuti e papà liberi. Scrivere sulla
paternità; sull’essere padri, sull’essere figli.
Scrivere a penna e poi leggere ad alta voce nell’ascolto accogliente del gruppo. Il progetto
“In nome del padre” finanziato dalla Fondazione Cattolica, ideato e condotto dall’associazione piacentina “Verso Itaca Onlus” ha raccolto scritture autobiografiche in
tre istituti: a Verona, a Milano – San Vittore e a Parma. A breve partirà a Modena e a Milano – Opera.

L’obiettivo in origine era quello di mettere a confronto frammenti di vita, esperienze e dubbi sull’essere padri dentro e fuori dal carcere. Strada facendo ci siamo accorti che stavamo costruendo un coro di voci, un’orchestra che suonava in armonia. E che, in un modo imprevedibile, le parole scritte umili, essenziali, talvolta ruvide, riuscivano a scavare fino a scoprire quella nota comune che annulla le distanze.
Padri e figli, uomini detenuti e uomini liberi hanno costruito un dialogo autentico, oltre le provenienze geografiche e culturali, oltre l’innocenza e la colpevolezza.

La scrittura ha riportato in vita persone scomparse, ha tratteggiato storie di vita, ha abbozzato vicende dolorose e complesse. «Paura, terrore, offese, rabbia, isolamento, questo è ciò che emerge in me quando penso a mio padre. Sono emozioni che provavo quand’ero piccolo, quando ero schiacciato dalla sua autorità e non potevo reagire. Il rapporto con mio padre è migliorato proprio grazie alla carcerazione. Appena entrato e nel periodo che nei programmi televisivi veniva richiesto per me il carcere a vita, sono venuto a sapere che i miei vicini di casa sentivano mio padre piangere dai campi lontani da casa…» scrive una persona reclusa nel carcere di Verona.
L’associazione “Verso Itaca Onlus” ha potuto contare sulla preziosa collaborazione di “Microcosmo” a Verona, Progetto Ekotonos” a San Vittore, “Per ricominciare” a Parma.

*Direttore Sosta Forzata

Foto: San Vittore – Gabriele Vanzati

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...