#Altrimondi – Una preghiera di pace per Aleppo

foto-tamar-mikalli-ad-assisi

di Tamar Mikalli

«Vengo da Aleppo, la città martire in Siria. Quando pronuncio questo nome, mi si stringe il cuore; mi ricordo dove sono nata, cresciuta e dove mi sono sposata. Tra i tanti amici musulmani e cristiani prima della guerra non c’erano differenze. Ognuno di noi praticava le proprie religioni in una terra-mosaico di differenti culture, lingue.
Poi è scoppiata la guerra, non so ancora bene perché. Hanno cominciato a piovere missili. Quando i pesanti bombardamenti erano vicini alle nostre case, ci incontravamo con il vicinato condividendo il pane e l’acqua, ci incoraggiavamo a vicenda e pregavamo. Abbiamo resistito tre anni nella speranza che la guerra finisse, abbiamo vissuto in miseria, poi hanno bombardato la casa della mia famiglia, e alla fine abbiamo deciso di lasciare la Siria e siamo giunti in Libano.
Siamo diventati rifugiati, insieme a migliaia di siriani. Abbiamo dovuto lasciare tutto, ho portato con me anche i miei genitori anziani. In Libano siamo rimasti per due anni e poi abbiamo conosciuto degli angeli che ci hanno parlato dei corridoi umanitari. Ora vivo in Toscana e cerco di integrarmi in questo bel paese, l’Italia.Vorrei ringraziare tutti quelli che ci hanno ridato il sorriso che avevamo perso a causa della guerra».

Tamar Mikalli, 38 anni, cristiana armena originaria di Aleppo, ha pronunciato queste parole davanti a Papa Francesco e ai leader delle religioni mondiali nell’incontro internazionale di Assisi, “Sete di Pace”. Tamar è giunta in Italia grazie ai corridoi umanitari promossi dalla Comunità di Sant’Egidio insieme alle Chiese protestanti italiane.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...