#InPrimoPiano – A Scampia una primavera per l’editoria

di Gianluca Testa

C’è un’altra Napoli. Lontana da stereotipi, luoghi comuni, ritratti impietosi di una cronaca che s’illumina solo davanti alle stragi. Una città in cui alla criminalità e alla camorra si oppongono – come scelta di vita – coraggio, speranza, determinazione, cultura della legalità.

Nell’altra Napoli incontriamo persone come Rosario Esposito La Rossa. Ama scrivere, da sempre. Ma ora è editore. Un mestiere di cui è orgoglioso. Perché in quella professione che si trova a fare quasi per caso (e grazie a un dono), Rosario ha trovato qualcosa in più di un lavoro. Grazie a quei libri sente – anzi, sa – che può cambiare le cose. Una prospettiva che per qualcuno equivale a un miracolo laico. Perché siamo in periferia, a Scampia.

E il primo libro scritto da Rosario racconta tra l’altro l’assassinio di suo cugino Antonio Landieri. Era un bravo ragazzo, Antonio. Ma dodici anni fa i Di Lauro hanno scambiato lui e i suoi amici per i membri di un clan rivale e li hanno massacrati di colpi. S’intitola “Al di là della neve”, è edito dalla Marotta&Cafiero ed è alla decima ristampa. La casa editrice che Rosario dirige è proprio quella: la Marotta&Cafiero. Dopo aver letto (e pubblicato) il libro, quando i proprietari si sono ritirati hanno visto in lui uno scugnizzo diverso da tutti gli altri. E così gli hanno regalato il marchio e ventimila volumi.

Da quel momento ne sono successe di cose. Rosario ha dato lavoro a giovani come lui, ha pubblicato altri libri grazie anche al crowdfunding (nessuno supera i dieci euro altrimenti “diventerebbero elitari”, dice) e non si è fermato. Mai.

Ha coinvolto centinaia e centinaia di ragazzi. Ha portato a Scampia la presidente Boldrini, partecipato al Salone di Torino e rilevato la seconda casa editrice (inaugurazione a ottobre). Ma non è tutto. Perché lo stadio di Scampia porterà il nome di Antonio. Non è una battaglia vinta da un singolo, ma il successo collettivo di un’intera periferia.
E forse anche qualcosa di più.

@gitesta

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...