#Innovazione – Disabili? No grazie, chiamateci supereroi

di Gaia Pascucci

Sullo sfondo la Baia di San Francisco, in primo piano una giovane poco più che bambina spara luci scintillanti direttamente dalla mano. All’angolo opposto, un ragazzo sta lanciando una freccia. La cosa strana è che il punto da cui parte il dardo non è un arco ma il suo braccio.

«Mi piaceva l’idea di poter continuare a giocare – spiega Riley Gonzalez, 10 anni e un braccio amputato per un incidente – e così ho disegnato questa sorta di balestra incorporata». No, non siamo in un centro di addestramento degli X-Men. Ma questa casa, che poi è un laboratorio, è qualcosa di molto simile. Siamo al Superhero Cyborg.

Sei bambini e sei specialisti di 3D che hanno dato spazio all’immaginazione e si sono spinti ben oltre i limiti del possibile grazie alla non-profit “KidMob”. «Abbiamo deciso di ripensare l’handicap stesso: chi ha detto che la disabilità è uno svantaggio? Noi abbiamo deciso di fare sì che divenisse un’opportunità grazie alla fantasia» racconta la direttrice Kate Ganim.

I bimbi hanno un’età compresa tra i 10 e i 15 anni. C’è chi è nato senza una mano e chi ne ha persa una. Oggi hanno tutti arti “speciali”: ciascuno ha mostrato agli esperti cosa avrebbe voluto al posto della mano e loro si sono messi all’opera partendo da un disegno.

Come Kieran, 12 anni, che ha progettato una mano con luci a LED e un gancio in alluminio che può trasportare carichi pesanti. Oppure Sydney, che ha disegnato una pistola ad acqua che si attiva con un semplice movimento del gomito.

Un’iniziativa senza pretese affaristiche: i dettagli di ogni protesi dei ragazzini vengono pubblicati sul web per far sì che altri gruppi possano sperimentare e contribuire ad innovare. Insomma, l’unico limite da superare qui è l’immaginazione, e chissà che in un futuro neppure troppo lontano a bussare non siano proprio i mitici supereroi di X-Men.
La sfida è iniziata.

@gaia_pascucci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...